Sciroppo di sambuco

Lo sciroppo di sambuco è il protagonista indiscusso nel periodo aprile/giugno quando cioè la pianta è alla sua massima fioritura. Per preparare lo sciroppo di sambuco i fiori dovranno essere completamente aperti, bianchi e profumati. Procediamo dunque alla raccolta, tagliando i rametti all’incirca 10 cm sotto i fiori. Questa operazione andrà fatta appena prima di iniziare la preparazione (i fiori tendono a deperirsi nel giro di poche ore).



Tempo di macerazione: 2-3 giorni

Tempo di preparazione: 15 minuti

Tempo di cottura: 5-10 minuti

Dosi per: 2 lt circa

 

Ingredienti 
1 lt di acqua
10 fiori di sambuco
3 limoni biologici
150 gr di aceto di mele
1 kg di zucchero


  1. Per preparare lo sciroppo di sambuco versiamo in un ampio recipiente (munito di coperchio) l’acqua, l’aceto di mele e lo zucchero. Mescoliamo bene con un cucchiaio finché lo zucchero non si sarà completamente sciolto.
  2. Laviamo delicatamente i fiori e i limoni. Tagliamo questi ultimi in fette spesse 1-2 cm. Poniamo i fiori e i limoni tagliati all’interno del contenitore e schiacciamo bene col cucchiaio. Dovrà essere tutto sommerso dal liquido.
  3. Copriamo ermeticamente e lasciamo macerare in un luogo fresco per almeno 2-3 giorni (mescoliamo il composto 1 volta al giorno).
  4. Trascorso il tempo necessario, filtriamo il tutto con un canovaccio all’interno di una capiente casseruola. Accendiamo il fornello e portiamo a bollore.
  5. Travasiamo lo sciroppo di sambuco ben caldo all’interno di vasetti di vetro (precedentemente sterilizzati), chiudiamoli col coperchio e mettiamoli a testa in giù. Lasciamo raffreddare completamente.
  6. Lo sciroppo di sambuco è pronto per essere consumato, o per essere riposto nella credenza.



Consigli:  Lo sciroppo di sambuco si conserva anche per diversi mesi (anche 6-7). Una volta aperto però, va conservato in frigorifero e consumato nel giro di 3-4 giorni. Diluendo 250ml di sciroppo di sambuco in 1lt d’acqua (naturale o frizzante) otterremo una fresca bevanda estiva.


Consigli per gli acquisti:  Spatola in silicone by Le Creuset.

 




Pangrattato aromatizzato alle erbe

Tempo fa avevo proposto la ricetta del sale aromatizzato alle erbe adatto per grigliate o per insaporire qualsiasi preparazione salata. E’ ora giunta l’ora di parlarvi di un altro MUST HAVE nella mia credenza: il pangrattato aromatizzato alle erbe. Ottimo per farcire verdure grigliate, ma anche per arricchire l’impasto di polpette o per un’impanatura speciale per carne o pesce.



Tempo di preparazione: 5 minuti

Tempo di riposo: almeno 1 mese

Dosi per: 500 gr di pangrattato

 

Ingredienti 
500 gr di pangrattato
2 spicchi di aglio
10 foglie di salvia
4 rametti di origano fresco
4 rametti di timo
4 rametti di rosmarino


  1. Per preparare il pangrattato aromatizzato alle erbe, poniamo il pangrattato in un barattolo munito di coperchio a chiusura ermetica.
  2. Separiamo accuratamente tutte le foglioline dai rametti/steli e poniamole su un tagliere. Tritiamo molto finemente con un coltello affilato o mezzaluna. Versiamo le erbette tritate  nel barattolo insieme al sale.
  3. Spelliamo i 2 spicchi d’aglio e aggiungiamoli nel barattolo.
  4. Chiudere il barattolo e shakerare vigorosamente.
  5. Lasciamo riposare il tutto per qualche giorno, agitando il contenitore di tanto in tanto per far amalgamare bene tutti gli aromi.



Consigli: Riponiamo il pangrattato aromatizzato alle erbe, in luogo fresco, asciutto e lontano dalla luce diretta del sole. Shakerare di tanto in tanto e man mano che lo utilizziamo in cucina, aggiungiamo altre erbette tritate e altro pangrattato.

 




Brown sugar fatto in casa

Uno degli ingredienti più difficili da reperire qui in Italia è il “Brown sugar“.
Di solito, nei libri di cucina, viene superficialmente traducono con “zucchero di canna”, ma non sono assolutamente la stessa cosa. Il brown sugar differisce dallo zucchero di canna (e dallo zucchero bianco semolato) sia nella consistenza che nel sapore.
Per ottenere il Brown Sugar bisogna unire lo zucchero bianco e la melassa (di canna da zucchero). La melassa altro non è che il residuo sciropposo del processo di raffinazione della canna da zucchero. Anch’essa di difficile reperibilità nei negozi ma facilmente acquistabile online.



Tempo di preparazione: 5-10 minuti

Dosi per: 500 gr di brown sugar

 

Ingredienti 
500 gr di zucchero
2 cucchiai abbondanti di melassa


  1. Per preparare il brown sugar, versiamo lo zucchero in una ciotola e uniamo la melassa.
  2. Con una planetaria o frullatore manuale, iniziamo a lavorare i due ingredienti finché non otterremo un composto sabbioso e umido (ci vorranno 5-10 minuti).
  3. Il brown sugar è pronto per l’uso.



Consigli: Per ottenere diverse gradazioni di colore aggiungere più o meno melassa in base ai propri gusti e necessità. Conservare il brown sugar in un contenitore a chiusura ermetica in un luogo fresco e asciutto lontano da fonti di calore / luce.

 




Sale aromatizzato alle erbe

Molti pensano che fare una grigliata di carne o pesce sia cosa semplice, anche un bambino potrebbe riuscirci… e invece si sbagliano! Con la bella stagione, i barbecue riprendono vita e in men che non si dica l’odore di brace, di carne e odori vari si libera in aria nelle torride giornate estive ormai alle porte. Dietro alla cottura delle carni c’è un vero e proprio mondo fatto di aromi, di salse e sale aromatizzato. Oggi vi lascio un’idea utile che sicuramente non può mancare nelle vostre cucine: il sale aromatizzato alle erbe.



Tempo di preparazione: 5 minuti

Tempo di riposo: almeno 2 settimane

Dosi per: 1 barattolo

 

Ingredienti 
500 gr di sale grosso
2 spicchi di aglio
5 foglie di salvia
2 rametti di origano fresco
2 rametti di timo
2 rametti di rosmarino


  1. Poniamo il sale grosso in un barattolo munito di coperchio a chiusura ermetica.
  2. Separiamo accuratamente tutte le foglioline dai rametti/steli e poniamole su un tagliere. Tritiamo molto finemente con un coltello affilato o mezzaluna. Versiamo le erbette tritate  nel barattolo insieme al sale.
  3. Spelliamo i 2 spicchi d’aglio e aggiungiamoli nel barattolo.
  4. Chiudere il barattolo e shakerare vigorosamente.
  5. Lasciamo riposare il tutto per qualche giorno, agitando il contenitore di tanto in tanto per far amalgamare bene tutti gli aromi.



Consigli: Riponiamo il sale aromatizzato alle erbe, in luogo fresco, asciutto e lontano dalla luce diretta del sole. Shakerare di tanto in tanto e man mano che lo utilizziamo in cucina, aggiungiamo altre erbette tritate e altro sale.

 




Estratto di vaniglia fatto in casa

Non c’è nulla di meglio delle cose preparate in casa. Tra queste, una che non può di certo mancare nella mia dispensa è l’estratto di vaniglia fatto in casa, ingrediente essenziale in molte delle mie ricette.

Per fare l’estratto di vaniglia avremo bisogno di due semplici ingredienti: bacche di vaniglia e alcohol.
Io ho usato la vodka ma è possibile usare rum o brandy in sostituzione (a confronto, la vodka è limpida e non ha aromi aggiunti).

Esistono varie qualità di vaniglia, la più pregiata al mondo (e quindi la più costosa) è senza ombra di dubbio la vaniglia Tahitensis, seguita dalla vaniglia Bourbon e poi da quella indiana.



Tempo di preparazione: 10 minuti

Tempo di riposo: 3-4 settimane

Dosi per: 250ml di estratto

 

Ingredienti 
4 bacche di vaniglia
250 ml di vodka


  1. Iniziamo incidendo con un coltellino le bacche di vaniglia sul lato lungo. Con la punta del coltello raschiamo l’interno della bacca per prelevarne la poltiglia (cioè i semi).
  2. Poniamo i semi all’interno del barattolo. Inseriamo anche la stecca di vaniglia svuotata e ripetiamo lo stesso procedimento per le rimanenti bacche.
  3. Irroriamo il tutto con 250ml di vodka e chiudiamo il barattolo.
    Agitiamo bene e lasciamo in un luogo chiuso al riparo dalla luce diretta del sole.



Consigli: L’estratto di vaniglia fatto in casa va conservato in barattoli/bottiglie dal vetro scuro, a riparo dalla luce diretta del sole. Va shacherato di tanto in tanto e potrà essere utilizzato passate 3-4 settimane. Ovviamente più tempo passa, più l’aroma e il sapore saranno ricchi e complessi.