Torta al testo prosciutto e formaggio

La Torta al Testo è una tipica preparazione dell’Umbria settentrionale. Può essere farcita con prosciutto e formaggio, erba e salsiccia e in mille altri modi… L’impasto è molto semplice e si prepara nel giro di 5 minuti (più una mezz’oretta di riposo per farlo lievitare). Diciamo che è una vera e propria ricetta “salva cena” quando si ha molta gente a cena ma non si ha nè il tempo nè la voglia di cucinare piatti troppo elaborati o pesanti e soprattutto mette d’accordo un po’ tutti (proprio per la sua versatilità nel condimento).



Tempo di preparazione: 45 minuti

Tempo di cottura: 10 minuti

Dosi per: 4 persone

 

Ingredienti per la torta al testo
500 gr di farina tipo 0
15gr di lievito per torte salate (1 bustina)
1 cucchiaio di sale
acqua frizzante q.b. (circa 250gr)

Ingredienti per farcire
Prosciutto crudo di Norcia q.b.
Fettine Bergader Affumicate q.b.
Rucola q.b.


Preparazione della torta al testo 

  1. Per preparare la torta al testo versiamo in una ciotola la farina con il lievito. Misceliamo bene e iniziamo ad aggiungere l’acqua. Aggiungiamo il sale e continuiamo a miscelare finchè non otterremo un impasto compatto.
  2. L’impasto dovrà essere lavorato giusto il tempo che gli ingredienti si amalgamino a dovere (più lo lavoriamo peggio è).
  3. Lasciamolo riposare nella ciotola, coperta con un canovaccio, per almeno 30 minuti.
  4. Dividiamo l’impasto in due parti e stendiamo con il mattarello su una superficie ben infarinata. Creiamo due dischi di diametro 10cm (spessore 1cm circa).
  5. Scaldiamo una padella antiaderente (o, se lo possediamo, un testo per alimenti). Quando sarà ben caldo, abbassiamo la fiamma e poniamo l’impasto al centro del tegame bucherellandolo con i rebbi della forchetta.
  6. Facciamo cuocere 3-4 minuti per lato facendola roteare di tanto in tanto. Copriamo con un canovaccio per mantenerla calda.

Farcitura della torta al testo

  1. Tagliamo la torta al testo a metà e iniziamo con uno strato di rucola. Condiamo con un filo d’olio.
  2. Adagiamo sopra qualche fettina di formaggio Bergader.
  3. Aggiungiamo qualche fetta di prosciutto crudo di Norcia e chiudiamo chiudiamo la torta al testo con lo strato superiore.



Conservazione: La torta al testo con prosciutto e formaggio può essere conservata in frigorifero per massimo 2 giorni in un contenitore a chiusura ermetica. E’ possibile congelarla non farcita.

Consigli per gli acquisti: Fettine Bergader affumicate.

 




Pizza anguria

La Pizza anguria è di sicuro un’idea originale da servire come dolce ma anche come antipasto. Rossa e rotonda come una pizza viene condita prevalentemente con frutta. Talvolta accostata con prosciutto o formaggi per esaltarne il gusto.



Tempo di preparazione: 10 minuti

Dosi per: 6 persone

 

Ingredienti 
1 fetta di anguria
mirtilli q.b.
lamponi q.b.
ribes rossi q.b.
prosciutto crudo q.b.
3 fettine Bergader Classiche
foglie menta fresca q.b.
buccia di 2 lime
pinoli q.b.
miele q.b.


Preparazione della pizza di anguria

  1. Per preparare la pizza anguria tagliamo una fetta di anguria con uno spessore di 2 cm.
  2. Tagliamo la fetta in 6 spicchi e iniziamo a farcirli singolarmente (in modo che ognuno di essi abbia gli stessi ingredienti).
  3. Tagliamo le fette di bergader classica in due parti e arrotoliamole con le dita. Aggiungiamo anche mezza fetta di prosciutto crudo.
  4. Posizioniamo mirtilli, ribes rossi, lamponi e pinoli qua e là.
  5. Una grattugiata di buccia di lime, un giro di miele e qualche fogliolina di menta per decorare.



Conservazione: La pizza anguria va preparata e consumata nel giro di qualche ora.

Consigli per gli acquisti: Fettine Bergader classiche.

 




Insalata con salmone

L’insalata con salmone è un’ottima idea per un light-lunch o una cena veloce durante il periodo estivo! Per questa ricetta ho utilizzo i Cuori di filetti di salmone selvaggio Frosta, perchè sono senza additivi, aromi aggiunti o grassi idrogenati.
Per questa preparazione non è necessario scongelare il pesce in anticipo, verrà cotto a vapore direttamente surgelato.



Tempo di preparazione: 25 minuti

Tempo di cottura: 15 minuti

Dosi per: 2 persone

 

Ingredienti per l’insalata con salmone
2 Cuori di filetti di salmone selvaggio Frosta
finocchietto fresco q.b.
Pomodorini pachino misti (rossi, gialli, neri, verdi) q.b.
100gr di lattughino
1 pera
1 scalogno

Ingredienti per il condimento 
Succo di mezzo limone
4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
3 cucchiai di salsa di soia
pepe nero macinato q.b.
2 cucchiai di semi di sesamo


Preparazione 

  1. Poniamo i cuori di filetti di salmone selvaggio Frosta ancora congelati, nella vaporiera e facciamo cuocere per 15 minuti con qualche rametto di finocchietto fresco.
  2. Versiamo il lattughino nel piatto, aggiungiamo i pomodori pachino tagliati a metà e lo scalogno tagliato a fettine sottili.
  3. Tagliamo la pera a fettine spesse mezzo centimetro, disponiamole poi nel piatto.
  4. Una volta cotto il salmone lasciamolo intiepidire e poi tagliamolo grossolanamente. Disponiamo sul piatto.
  5. Aggiungiamo qualche rametto di finochietto fresco e i semi di sesamo.
  6. Versiamo in una ciotola l’olio extravergine d’oliva, il succo di mezzo limone e la salsa di soia. Emulsioniamo con una forchetta e versiamo sopra l’insalata.
  7. In ultimo aggiungiamo una macinata di pepe nero e i semi di sesamo.
  8. L‘insalata di salmone è pronta per essere gustata!



Conservazione: L’insalata con salmone potrà essere conservato in frigorifero per  massimo 2 giorni in un contenitore a chiusura ermetica, non condita.

Consigli per gli acquisti: Cuori di filetti di salmone selvaggio Frosta.

 




Merluzzo alla mediterranea

Il Merluzzo alla mediterranea è un’ottima soluzione per chi non ha tempo per cucinare piatti troppo elaborate ma non vuole rinunciare al gusto e ai sapori autentici della nostra terra! Personalmente, quando nelle mie ricette utilizzo  pesce surgelato, cerco di acquistare prodotti senza additivi, aromi aggiunti o grassi idrogenati (proprio come questi cuori di filetto di merluzzo Frosta).
Nella preparazione, preferisco far scongelare il pesce in frigorifero per utilizzarlo una volta completamente scongelato (oppure lo scongelo al microonde). Ma ora passiamo alla ricetta.



Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura: 15 minuti

Dosi per: 2 persone

 

Ingredienti 
5 Cuori di filetto di merluzzo Frosta
3 cucchiai di olio d’oliva
mezzo scalogno
1 cucchiaio di capperi
1 cucchiaio di olive taggiasche
qualche foglia di prezzemolo
3 pomodori secchi sott’olio
5 pomodori pachino rossi
5 pomodori pachino gialli
mezzo bicchiere di vino bianco
sale q.b.
1 cucchiaio di pinoli


Preparazione 

  1. Scongeliamo i cuori di filetto di merluzzo Frosta ponendoli in frigorifero almeno la sera prima (oppure utilizzare il forno a microonde). Con della carta assorbente asciughiamoli accuratamente uno ad uno.
  2. Tritiamo mezzo scalogno e facciamolo soffriggere a fiamma media su un tegame con l’olio d’oliva.
  3. Alziamo la fiamma e adagiamo i filetti di merluzzo ben asciutti e lasciamo rosolare 3 minuti. Giriamoli dal lato opposto e lasciamo cuocere altri 3 minuti.
  4. Sfumiamo con mezzo bicchiere di vino. Lasciamo evaporare scuotendo il tegame.
  5. Facciamo un battuto di prezzemolo, capperi, olive teggiasche, e pomodori secchi. Aggiungiamo in padella.
  6. Tagliamo a metà i pomodori pachino e versiamoli nella padella. Chiudiamo con coperchio e lasciamo cuocere 5 minuti a fiamma media. Aggiungiamo un pizzico di sale.
  7. Serviamo il merluzzo alla mediterranea ben caldo, aggiungendo in ultimo prezzemolo fresco tritato e i pinoli.



Conservazione: Il merluzzo alla mediterranea potrà essere conservato in frigorifero per  massimo 2 giorni in un contenitore a chiusura ermetica.

Consigli per gli acquisti: Cuori di filetto di merluzzo Frosta.

 




Tortino di broccoli

Soffice e dal gusto delicato, il tortino di broccolo, accompagnato da crema di cavolfiore e un’insalatina di cavolo cappuccio, rappresenta un ottimo secondo piatto a base di verdura.



Tempo di preparazione: 15 minuti

Tempo di cottura: 15-20 minuti

Dosi per: 8 tortini

 

Ingredienti per il tortino di broccoli
250gr di broccoli
2 uova
250gr di panna fresca
50 gr di parmigiano
sale e pepe q.b.

 

Ingredienti per la salsa di cavolfiore
1 cavolfiore
2 cucchiai di olio EVO
Un pizzico di sale

 

Ingredienti per l’insalata di cavolo
1/4 di cavolo cappuccio rosso
1 cucchiaio di olio EVO
1 pizzico di sale


Preparazione dei tortini di broccoli

  1. Per preparare il tortino di broccoli lessiamo dapprima i broccoli in abbondante acqua bollente salata. Una volta cotti scoliamoli e mettiamoli in un frullatore insieme alle uovo e frulliamo qualche secondo. Aggiungiamo poi la panna fresca, il parmigiano e frulliamo nuovamente per qualche istante. Aggiungiamo sale e pepe a piacere.
  2. Il composto dovrà avere densità simile ad un passato di verdure.
  3. Imburriamo 4 stampi e versiamo il composto riempiendoli appena poco sotto il bordo.
  4. Inseriamo gli stampi in una teglia e aggiungiamo acqua bollente.
  5. Inforniamo a forno statico preriscaldato a 180°C per almeno 25-30 minuti (controlliamo la cottura con uno stecchino).
  6. Sforniamo e lasciamo intiepidire. Passiamo un coltello lungo i bordi del pirottino per staccare il tortino.

 

Preparazione della crema di cavolfiore

  1. Per preparare la crema di cavolfiore, dapprima laviamolo e mondiamolo. Dividiamo le varie cime e lessiamo in una pentola con abbondante acqua salata bollente.
  2. Facciamo cuocere 15-20 minuti e scoliamo.
  3. Frulliamo aggiungendo olio, sale e pepe.

 

Preparazione dell’insalata di cavolo cappuccio

  1. Eliminiamo le foglie più esterne del cavolo cappuccio e dividiamolo in quattro parti. Iniziamo ad affettare il cavolo con uno spessore di mezzo centimetro.
  2. Sciacquiamo e asciughiamo.
  3. Condiamo con un goccio d’olio e un pizzico di sale

 

Composizione del piatto

  1. Versiamo 2-3 cucchiai di crema di cavolfiore sul piatto, adagiamo sopra il tortino e una manciata di insalata di cavolo.
  2. Aggiungiamo un filo d’olio a crudo.



Conservazione: Il tortino di broccolo può essere conservato per 2-3 giorni in frigorifero in un contenitore a chiusura ermetica.

Consigli per gli acquisti: Ho utilizzato gli stampi per babà by Decora.

 




Melanzane ripiene

Con le melanzane ripiene non si scherza!

He già! le Melanzane ripiene sono una cosa seria, specialmente nell’Italia meridionale! Per me rappresentano quello che gli americani chiamano “comfort-food” un piatto che ha il sapore di casa, di tradizioni, con cui mi ci sento a mio agio.

Premetto il fatto che non si tratta di una ricetta proprio leggerissima (prevede la frittura delle melanzane) e neanche velocissima (tutta la preparazione richieste 4-5 ore di lavoro) ma il risultato finale ne varrà davvero la pena.

Questa è la ricetta della mia famiglia che oggi, voglio condividere con voi. Per cui armati di pazienza e buona volontà, andiamo a preparare le Melanzane ripiene di casa Zaccaro 😉



Tempo di preparazione: 4-5 ore

Dosi per: 6 persone

 

Ingredienti 
6 melanzane medie
1 cipolla bianca
2 spicchi d’aglio
prezzemolo fresco q.b.
2-3 manciate di pane raffermo (reidratato in acqua)
400 gr di carne macinata di bovino
2 uova
50 gr di parmigiano
50 gr di pecorino
sale q.b.
pepe q.b.
olio EVO q.b.
salsa di pomodoro q.b.
5-8 foglie di basilico fresco
1 lt olio di semi di arachide (per friggere)


Preparazione delle melanzane

  1. Per preparare le melanzane ripiene, dividiamo le melanzane verticalmente privandole del peduncolo. Con un coltello o uno scavino, preleviamo la polpa avendo cura di non forare la buccia.
  2. Poniamo la polpa spezzettata in un colapasta con una spolverata di sale grosso. Adagiamo un piatto con un peso sopra per pressare la polpa e far spurgare l’acqua di vegetazione.
  3. Procediamo con lo stesso procedimento anche con le melanzane scavate.
  4. Lasciamo entrambe così per almeno 1 ora.
  5. In una capiente pentola piena d’acqua, sbollentiamo dapprima le melanzane per qualche minuto (finchè la buccia comincerà a cambiare colore), scoliamo e asciughiamo.
  6. Ora tuffiamo nell’acqua bollente la polpa delle melanzane e lasciamo cuocere per 10 minuti. Scoliamo e lasciamo raffreddare.

 

Preparazione del ripieno e del sugo

  1. In una ciotola amalgamiamo la carne macinata, l’aglio e il prezzemolo tritati finemente, il pane raffermo (ammorbidito in acqua), il parmigiano e il pecorino grattugiati, sale e pepe.
  2. Forniamo delle polpette e adagiamone una dentro ogni melanzana scavata. Pressiamo e livelliamo con le mani per riempire tutto lo spazio.
  3. Nel frattempo prepariamo un soffritto di cipolla in un ampio tegame, aggiungiamo la salsa di pomodoro, le foglie di basilico e lasciamo cuocere a fuoco basso per 15-20 minuti mescolando di tanto in tanto (eliminiamo le foglie di basilico a fine cottura).

 

Cottura delle melanzane ripiene: questa ricetta prevede n.3 tipologie di cotture, frittura, cottura nel sugo, cottura in forno.

  1. Portiamo l’olio di arachide a 170°C in una pentola. Friggiamo le melanzane ripiene per qualche minuto (finché non saranno ben dorate). Scoliamo e poniamo su carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso.
  2. Poniamo le melanzane così preparate nella pentola (o tegame) con il sugo preparato precedentemente. Lasciamo cuocere e insaporire per 10 minuti.
  3. Poniamo la pentola (o tegame) direttamente in forno preriscaldato a 180°C per almeno 20-25 minuti, avendo l’accortezza di coprire le melanzane con abbondante sugo sulla parte superiore.
  4. Sforniamo e lasciamo intiepidire per almeno 10 minuti.



Consigli:  Le melanzane ripiene possono essere conservato in frigorifero per 3-4 giorni.


Consigli per gli acquisti:  Canovaccio by Stamperia Bertozzi, Teglia by Emile Henry.

 




Battuta di diaframma alle albicocche

Il diaframma, un taglio poco conosciuto ma dal sapore unico…

Nelle battute di carne viene generalmente usato il filetto ma, per questa ricetta, sotto il suggerimento del sous-chef Giacomo Orlandi della Trattoria Da Amerigo mi sono cimentato in una battuta di diaframma, un taglio da alta cucina, naturalmente salino e dalla grande masticabilità. Abbiamo voluto poi accostare alla materia prima scelta, dei sapori tipicamente estivi ed è così nato questo piatto che effettivamente è un’esplosione di sapori: battuta di diaframma alle albicocche.
Con questa ricetta partecipare al contest Saranno Famosi di Inalpi, che combina tre blogger a un sous-chef di una Trattoria selezionata dalla Guida Osterie d’Italia 2017 Slow Food, 10 squadre che ambiscono al premio per il miglior menù! Insieme a Rossella, Marina e a Giacomo, il nostro chef, formiamo la squadra del centro Italia!

Ma ora passiamo alla preparazione della battuta di diaframma alle albicocche!



Tempo di preparazione: 20 minuti (+ cottura verdure)

Dosi per: 2 persone

 

Ingredienti per la battuta
400 gr di diaframma (o cartella) di manzo
4 albicocche
1 scalogno
1 cucchiaino di senape
olio extravergine d’oliva q.b.
sale in scaglie q.b.
pepe

Ingredienti per il contorno
1 rapa rossa
6 patate novelle
6 pomodorini colori misti
rucola q.b.
finocchietto q.b.
olio extravergine d’oliva q.b.
sale q.b.
pepe q.b.

Ingredienti per la purea di albicocche
4 albicocche
qualche goccia di succo di limone

Ingredienti per la crema di formaggini
6 formaggini inalpi
1 cucchiaio d’olio
1 cucchiaio di acqua
sale q.b.
pepe q.b.
3 rametti di timo
3 rametti di origano


Preparazione della crema di formaggini

  1. Per preparare la battuta di diaframma alle albicocche, per prima cosa prepariamo la crema di formaggini inserendo in un frullatore i formaggini, l’0lio, l’acqua, un pizzico di sale, una macinata di pepe e le foglioline di tre rametti di timo e di origano.
  2. Frulliamo il tutto per qualche secondo, se troppo densa aggiungere un altro po’ d’acqua.
  3. Versiamo la crema di formaggini in una sacca-poche e poniamola in frigorifero.

 

Preparazione della purea di albicocche

  1. Laviamo e denoccioliamo le albicocche.
  2. Mettiamole in un bicchiere e con un frullatore ad immersione frulliamole accuratamente, aggiungendo qualche goccia di succo di limone.
  3. Versiamo in una sacca-poche e riponiamo in frigorifero.

 

Preparazione delle verdure

  1. Lessiamo separatamente le rape e le patate novelle. Dovranno essere morbide ma compatte.
  2. Procediamo dunque a spellare entrambe. Tagliamo la rapa a fette alte circa mezzo centimetro e con la bocchetta liscia di una sacca-poche, ricaviamo dei piccoli cerchi.

 

Assemblaggio della battuta di diaframma alle albicocche

  1. Tagliamo il diaframma a fette spesse mezzo centimetro. Tagliamo poi le fette in strisce da mezzo centimetro e ancora a dadini da mezzo centimetro.
  2. Mettiamo la battuta di diaframma in una ciotola e aggiungiamo un filo d’olio extravergine d’oliva, la senape, il sale in scaglie, una macinata di pepe e lo scalogno tagliato finemente.
  3. In un piatto piano, creiamo 3 cerchi di purea di albicocca.
  4. Con l’aiuto di un coppapasta adagiamo la carne pressando con il dorso di un cucchiaio. Aggiungiamo anche le albicocche tagliate a cubetti. Solleviamo il coppapasta delicatamente.
  5. Adagiamo le patate novelle, la rapa, i pomodorini e la rucola su un lato del piatto. Condiamo con qualche goccia d’olio e qualche scaglia di sale.
  6. Aggiungiamo qualche punto di crema al formaggio alle erbe qua e là.



Consigli:  La battuta di diaframma alle albicocche deve essere preparata e mangiata al momento.

 




Torta al testo burger

Cosa succede quando la tradizione (Umbra) incontra You&Meat?!?

Da buon umbro, adoro preparare in casa (ma soprattutto mangiare) la “Torta al Testo“. L’impasto è facilissimo da preparare e si cuoce in padella senza l’uso di grassi. Da grande amante anche degli hamburger, trovato quello giusto (Aberdeen Angus) ho deciso di mixare le due cose preparando il mio “Torta al testo Burger” per legare la tradizione ad un prodotto di alta qualità.



Tempo di preparazione: 60 minuti

Tempo di cottura: 6 minuti

Dosi per: 2 persone

 

Ingredienti per la torta al testo
250 gr di farina tipo 0
7gr di lievito per torte salate (1/2 bustina)
1/2 cucchiaio di sale
acqua q.b. (circa 200gr)

Ingredienti per il burger
2 burger di Aberdeen Angus Sired
1 mazzetto di bietola (da foglia)
50gr di squaquerello
6 fette di pancetta affumicata
2 spicchi d’aglio
1 peperoncino
olio EVO q.b.
sale e pepe q.b.


Preparazione della torta al testo 

  1. Per preparare la torta al testo burger versiamo in una ciotola la farina con il lievito. Misceliamo bene e iniziamo ad aggiungere l’acqua. Aggiungiamo il sale e continuiamo a miscelare finchè non otterremo un impasto compatto.
  2. L’impasto dovrà essere lavorato giusto il tempo che gli ingredienti si amalgamino a dovere (più lo lavoriamo peggio è).
  3. Lasciamolo riposare nella ciotola, coperta con un canovaccio, per almeno 30 minuti.
  4. Dividiamo l’impasto in due parti e stendiamo con il mattarello su una superficie ben infarinata. Creiamo due dischi di diametro 12-15cm (spessore 1cm circa).
  5. Scaldiamo una padella antiaderente (o, se lo possediamo, un testo per alimenti). Quando sarà ben caldo, abbassiamo la fiamma e poniamo l’impasto al centro del tegame bucherellandolo con i rebbi della forchetta.
  6. Facciamo cuocere 3-4 minuti per lato facendola roteare di tanto in tanto. Copriamo con un canovaccio per mantenerla calda.

 

Preparazione della bietola

  1. In una pentola lessiamo in acqua salata la bietola ben lavata e tagliata a strisce grossolanamente. Facciamo bollire per 10-15 minuti.
  2. Scoliamo e strizziamo bene.
  3. In una padella versiamo 2 cucchiai di olio d’oliva e facciamo rosolare due spicchi d’aglio e il peperoncino. Aggiungiamo la bietola e facciamo saltare qualche minuto.
  4. Mettiamo da parte.

 

Preparazione del burger

  1. In una padella leggermente oliata, facciamo cuocere i nostri burger 3 minuti per lato.
  2. Nella stessa padella aggiungiamo anche la pancetta.
  3. Tagliamo a metà le due torte al testo e aggiungiamo nell’ordine uno strato di bietola cotta, il nostro burger Aberdeen Angus, la pancetta croccante, un cucchiaio di squaquerello delle foglie di bietola fresche e per finire un filo d’olio, un pizzico di sale ed una macinata di pepe nero.



Consigli:  La Torta al testo Burger, può essere conservata in frigorifero per 2 giorni in un contenitore a chiusura ermetica. Basterà scaldarlo qualche secondo al microonde prima di servirlo.


Consigli per gli acquisti: Hamburger YOU & MEAT, padella in ghisa smaltata Le Creuset

 




Burger di ceci

Tutti adorano gli Hamburger ma per chi la carne proprio non la mangia ci sono delle valide alternative a base di legumi e verdure. Oggi vi propongo dei buonissimi e sani burger di ceci, salutari e 100% vegetariani. I burger di ceci si preparano in pochi minuti e possono essere serviti proprio come un classico hamburger qualsiasi, in un panino al sesamo con insalata, pomodori e salse varie.



Tempo di preparazione: 10 minuti (+ tempo di cottura dei ceci)

Tempo di cottura: 10 minuti

Dosi per: 4 burger di ceci

 

Ingredienti 
400 gr di ceci precotti
80 gr di pangrattato
1 uovo
1 spicchio d’aglio
prezzemolo q.b.
1 cucchiaino di tomino in polvere
1 cucchiaino di coriandolo in polvere
1 pizzico di paprika in polvere
1 cucchiaino di salsa tajin
sale e pepe q.b.
1 cucchiaio di olio EVO


  1. Per preparare i burger di ceci dovremo per prima cosa cuocere i ceci in base alle indicazioni riportate sulla confezione. Se utilizzate quelli secchi, teneteli in ammollo per almeno una notte (8-12 ore) poneteli poi in una pentola con acqua fredda e cuociamo finché non saranno morbidi (se utilizzate una pentola a pressione basterà 1 ora di cottura). Se, invece, usate quelli in lattina dovrete solo scolarli e sciacquarli sotto acqua corrente fredda.
  2. Tritiamo l’aglio e il prezzemolo molto finemente e versiamo il trito insieme ai ceci cotti nel frullatore.
  3. Aggiungiamo poi il pangrattato, l’uovo, le spezie e l’olio d’oliva.
  4. Frulliamo gli ingredienti fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo ma dalla consistenza morbida e compatta (se troppo morbido aggiungiamo più pangrattato, se troppo denso aggiungiamo un cucchiaio d’acqua).
  5. Con l’impasto ottenuto formiamo 4 burger (aiutandoci con un coppapasta leggermente oliato).
  6. Scaldiamo in una padella un filo d’olio e cuociamo i burger di ceci su entrambi i lati finché saranno ben dorati.
  7. Scaldiamo il pane al forno o in padella con un filo d’olio per renderlo croccante.
  8. Serviamo il burger nel panino tostato con insalata, pomodoro a fettine e le salse che più ci piacciono.



Consigli: I burger di ceci possono essere conservati in frigo per almeno 2 giorni.

 




Hamburger fatti in casa

Oggi prepareremo una ricetta buonissima e velocissima per tutti gli amanti della “ciccia”: gli Hamburger fatti in casa.
Ogni hamburger che si rispetti deve contenere un giusto equilibrio tra carne (manzo di ottima qualità, non troppo magra), salse e spezie. Dovrà essere ben cotto e croccante esternamente e morbido (quasi al sangue) al centro. Dopo averli provati lascerete perdere i fast-food, ve lo garantisco!



Tempo di preparazione: 5 minuti

Tempo di cottura: 10 minuti

Dosi per: 4 hamburger

 

Ingredienti 
800 gr di carne di manzo macinata
3 rametti di timo
3 rametti di origano
sale e pepe q.b.
1 cucchiaio di ketchup
1 cucchiaino di senape
1 cucchiaino di salsa worcestershire
5-6 gocce di salsa tabasco


  1. In una ciotola mettiamo tutti gli ingredienti (del timo e dell’origano utilizzeremo ovviamente solo le foglioline).
  2. Mescoliamo con le mani fino ad amalgamare il composto (cercando di non lavorarlo troppo).
  3. Con la bilancia pesiamo 200gr di carne e aiutandoci col coppapasta tondo formiamo dei dischi pressando leggermente per compattare gli hamburger.
  4. Lasciamo riposare in frigorifero per almeno 1 ora.
  5. Cuociamo gli hamburger 5 minuti per lato su una padella ben calda con olio e burro. Serviamoli poi ben caldi all’interno del classico panino all’americana con il sesamo in cima, aggiungendo insalata, pomodoro a fettine, cipolla e le salse che più ci piacciono.



Consigli: Gli hamburger possono essere conservati in frigorifero per 2-3 giorni e in freezer anche per 2-3 mesi (in questo caso, al momento della cottura mettiamoli in padella ancora surgelati) allungando i tempi di cottura.


Consigli per gli acquisti: Tritacarne vintage by Broc&White.

 




Polpette di melanzane al pomodoro

E’ da un po’ di tempo che volevo provare La Verace Cirio ma non avevo ancora in mente in quale ricetta metterla in gioco, poi ho pensato all’ultimo trip a Milano quando i miei amici mi consigliarono un ristorante che fa solo polpette “The meatball Family“, aspettavo l’ispirazione ed eccola arrivata, per cui oggi prepariamo le Polpette di melanzane al pomodoro.



Tempo di preparazione: 15 minuti

Tempo di cottura: 30 minuti

Dosi per: 4 persone

 

Ingredienti 
4 melanzane piccole
4 cucchiai di olio EVO
500 ml di salsa di pomodoro Cirio
2 uova
4 cucchiai di parmigiano grattugiato
pangrattato q.b.
3 rametti di timo
3 rametti di maggiorana
sale e pepe q.b.


  1. Mondiamo le melanzane privandole della parte iniziale e finale e sbucciandole non completamente (un po’ di buccia deve rimanere). Tagliamole a cubetti e cuociamole a vapore per 20 minuti, scoliamole e strizziamole per eliminare l’acqua in eccesso.
  2. Una volta fredde, mettiamo le melanzane in una ciotola e schiacciamole con una forchetta. Aggiungiamo il parmigiano grattugiato, le uova, le foglioline di timo e maggiorana, il sale, il pepe e 5-6 cucchiai di pangrattato.
  3. Amalgamiamo il tutto con le mani e formiamo delle palline grandi come noci (se necessario aggiungere più pangrattato all’impasto). Lasciamo riposare una mezz’ora in frigorifero.
  4. In una padella aggiungiamo l’olio extravergine di oliva e facciamo soffriggere a fiamma alta le polpette su tutti i lati. Abbassiamo la fiamma e aggiungiamo la salsa di pomodoro Cirio.
  5. Aggiungiamo due prese di sale, chiudiamo il coperchio e facciamo cuocere 20 minuti a fiamme bassa. Servire le polpette di melanzana ben calde.



Consigli: Le polpette di melanzane al pomodoro possono essere conservate in frigorifero per 3-4 giorni e in frigorifero. Possono essere consumate come secondo piatto oppure come primo per condire la pasta.


Consigli per gli acquisti: Piatto in porcellana bianca dalla linea estetico quotidiano by Seletti; telo bianco rigato rosso e posate vintage acquistati su Broc&White.

 




Medaglioni di maiale al pesto

Oggi prepariamo una ricetta facile e molto “furba” soprattutto quando si ha pochissimo tempo per cucinare: medaglioni di maiale al pesto Althea.
I medaglioni sono la parte più nobile del maiale e vengono prelevati dal filetto che è la parte più tenera.



Tempo di preparazione: 5 minuti

Tempo di cottura: 10 minuti

Dosi per: 4 persone

 

Ingredienti 
4 medaglioni di maiale
20 foglie di salvia
1 cucchiaio di burro
sale q.b.
4 cucchiai di pesto Althea


  1. Per prima cosa laviamo e asciughiamo la salvia. Poniamo quindi le foglie lungo il perimetro dei medaglioni (5 foglie ognuno) legando con dello spago alimentare.
  2. Accendiamo il fornello a fiamma viva e su una padella antiaderente poniamo 2 cucchiai di olio evo e 1 cucchiaino di burro. Adagiamo quindi i medaglioni nella padella ben calda e cuociamo 5 minuti per lato (aggiungiamo un pizzico di sale su ogni medaglione durante gli ultimi 2 minuti di cottura).
  3. Poniamo a carne su un tagliere e lasciamola riposare un minuto coperta da carta alluminio (per mantenerla calda).
  4. In un altro tegamino riscaldiamo il pesto Althea con un cucchiaio di olio evo.
  5. Servire i medaglioni con una generosa quantità di pesto.



Consigli: Non prolungare la cottura oltre i 5 minuti altrimenti la carne diventerà dura. Servire i medaglioni ben caldi.