Ciaramicola Umbra

CIARAMICOLA-COPERTINA
image_pdfimage_print

La Ciaramicola: coloratissima e buonissima!

E’ inutile dire che, le ricette regionali, ognuno le fa un po’ come gli pare… Ogni famiglia ha la sua ricetta “collaudata” ed è sicuramente più buona di quella del vicino… Ma il bello secondo me è anche quello, lo scambio di consigli, di “ingredienti segreti” e l’amore che da secoli ci lega alla tradizione culinaria delle nostre terre.
Oggi prepariamo la Ciaramicola, un dolce tipicamente Umbro (Perugia e dintorni), caratterizzata da un colore fuxia acceso (donatogli dall’ingrediente principale: Alchermes) e da una meringa croccante esternamente ma soffice al centro.
Si narra che la Ciaramicola fosse il dolce che le promesse spose regalavano al futuro marito in occasione della Pasqua! Ovviamente, questa usanza si è persa col tempo, ma è rimasta la  tradizione di mangiare questo dolce durante il periodo pasquale.

La forma originale è un anello con una croce in mezzo (che simboleggia IV Novembre) e 5 protuberanze (che rappresentano le 5 porte di Perugia)

I colori che compaiono sul dolce fanno riferimento ai rioni e allo stemma di Perugia, con il rosso dell’alchermes e il bianco della meringa. Le risorse e i frutti di questa terra, invece, sono evocati dai colori giallo, verde e azzurro dei confettini. Secondo alcuni studiosi, il colore rosso dell’impasto è inoltre simbolo del sangue di Cristo e della sua Passione.

Rosso come il rione di Porta S. Angelo dalla cui porta entrava la legna per i fuochi.
Bianco come il rione di Porta Sole dove l’astro si specchiava tra i marmi e i travertini della Terra Vecchia.
Blu come il rione di Porta Susanna la cui porta conduce all’azzurro del lago perugino lungo la via Trasimena.
Verde come il rione di Porta Eburnea teso verso i boschi e le vigne che colmavano la valle ad essa prospiciente.
Giallo come il rione di Porta S.Pietro dalla cui porta entrava il biondo grano alimento principe di tutte le tavole.”


Tempo di preparazione: 15 minuti

Tempo di cottura: 40 minuti

Dosi per: 1 ciaramicola

Ingredienti per la base
400 gr di farina 00
3 uova
125 gr di strutto (o burro)
200 gr di zucchero
1 bustina di lievito per dolci (16gr)
scorza di 1 limone
125 ml di liquore Alchermes

Ingredienti per la meringa
100 gr di albumi (circa 2 uova)
200 gr di zucchero
2-3 gocce di succo di limone

Ingredienti per la guarnizione
codette colorate q.b.

Preparazione della Ciaramicola

  1. Per preparare la Ciaramicola umbra, sbattiamo le uova insieme allo zucchero con una frusta.
  2. Aggiungiamo la farina setacciata, il lievito, lo strutto, la scorza grattugiata di un limone e l’Alchermes.
  3. Amalgamiamo il tutto con una spatola.
  4. Imburriamo uno stampo da ciambella e versiamo dentro l’impasto, livelliamo con la spatola.
  5. Inforniamo in forno statico preriscaldato a 160°C per 40 minuti.
  6. Sforniamo e lasciamo intiepidire.

Preparazione della meringa

  1. La meringa andrà montata a bagnomaria per cui poniamo sul fornello una pentola con 2-3 dita di acqua.
  2. Adagiamo sopra una ciotola con gli albumi e iniziamo a montare con una frusta elettrica.
  3. Aggiungiamo gradualmente lo zucchero semolato e le gocce di limone.
  4. Continuiamo a montare finchè lo zucchero non si sarà completamente sciolto e otterremo una meringa lucida e soffice (almeno 10 minuti).

Assemblamento della Ciaramicola 

  1. Smodelliamo la Ciaramicola ancora tiepida e ricopriamola di meringa.
  2. Aggiungiamo una spolverata di codette colorate e poniamo in forno a 90°C per 15-20 minuti così da far asciugare la meringa.
  3. Sforniamo e lasciamo freddare completamente prima di servire.


Consigli:  La Ciaramicola Umbra può essere conservate a temperatura ambiente per 5-6 giorni in un contenitore a chiusura ermetica.

 

Comments

comments

2 Comments

  • Eli scrive:

    Da qualche anno, a Pasqua, puntualmente la ciaramicola mi viene regalata da amici perugini tanto che ormai è diventata il mio dolce pasquale preferito!! Che bellezza però avere finalmente la ricetta, per poter replicare anche “fuori stagione” ;-))

    • admin scrive:

      Ciao Eli, è una ricetta davvero molto semplice per cui divertiti a prepararla quando vuoi (specialmente “Fuori stagione” eheheheh) :) Buona Giornata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *