Matchamisù: il tiramisù al tè verde matcha

COPERTINA-MATCHAMISU
image_pdfimage_print

Matachamisù, la versione al tè verde matcha del tiramisù!

Se siete stati in Giappone avrete notato che tutti i loro dolci, caramelle, snack e leccornie varie, hanno la loro versione al tè verde matcha!

Il tè matcha (o tè verde giapponese), vanta proprietà antiossidanti superiori rispetto ad altre qualità di tè verde… Ovviamente bevuto singolarmente e separatamente dal tiramisù :)

La tradizione vuole che il tè verde venga coltivato in Giappone (il più pregiato nella regione dell’Uji Tawara) al riparo dal sole, le foglie poi, selezionate e raccolte a mano, vengono lavorate e ridotte in polvere con mulini in pietra, donando il loro verde intenso a questo tè.

Scegliete sempre tè matcha biologico di grado 1 (fatto esclusivamente con i primi germogli). Esistono versioni più economiche dal grado 2 in poi dove però vengono usate anche foglie di seconda e terza raccolta.

La preparazione del tè matcha viene fatta per sospensione e non per infuso, la polvere viene infatti unita direttamente all’acqua conferendogli una maggiore concentrazione di sostanze tra le quali vitamine b1, b2, c, beta-carotene e caffeina!

La preparazione è essa stessa una cerimonia in Giappone che prende il nome di Chado, strumenti fondamentali sono una ciotola larga (Chawan), un frustino di bambù (Chasen), un cucchiaio in bambù (Chashaku),  e un setaccio.

Ma ora vediamo come si prepara il matchamisù fatto in casa!


Tempo di preparazione: 30 minuti

Tempo di riposo in frigo: 3-4 ore

Dosi per: circa 6 persone

 

Ingredienti per la crema
5 uova medie
5 cucchiai di zucchero
2 cucchiaini di tè matcha
500 gr di mascarpone

Ingredienti per la base
200 gr di biscotti (tipo pavesini)
2 cucchiaini di tè matcha
250ml di acqua

 

  1. Per preparare il matchamisù fatto in casa iniziamo preparando il tè matcha! Portiamo a bollore 250 ml di acqua. In una ciotola versiamo 2 cucchiaini di polvere di tè matcha setacciata. Versiamo dapprima poca acqua bollente e mescoliamo con una frusta per qualche istante. Aggiungiamo poi la restante acqua e mescoliamo finché la polvere non si sarà completamente disciolta. Poniamo la ciotola da parte e una volta fredda riponiamo in frigorifero.
  2. In una terrina sbattiamo lo zucchero con i tuorli e 2 cucchiaini il tè matcha setacciato fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso.
  3. Aggiungiamo il mascarpone e continuiamo a montare con la frusta elettrica per incorporarlo al composto.
  4. In un’altra ciotola montiamo a neve ferma i bianchi d’uovo.
  5. Incorporiamo gli albumi montati alla crema di mascarpone con una spatola e con movimenti rotatori dal basso verso l’alto (per non smontare la crema che dovrà risultare bella gonfia e spumosa).
  6. Passiamo ora ad assemblare il matchamisù, spalmiamo sul fondo di una teglia qualche cucchiaio di crema di mascarpone e iniziamo ad inzuppare i biscotti nel tè matcha (avendo l’accortezza di farli scolare bene prima di stratificarli sopra la crema).
  7. Continuiamo ponendo nella teglia uno strato di  crema e una spolverata di tè matcha in polvere e così via fino a riempire il contenitore.
  8. Spolverizziamo la sommità del matchamisù con dell’altro tè matcha in polvere.
  9. Riponiamo in frigorifero per qualche ora (meglio se tutta la notte).


Consigli per la conservazione:  Il matchamisù può essere conservato in frigorifero per 2-3 giorni in un contenitore a chiusura ermetica oppure può essere surgelare per 2-3 mesi. In quest’ultimo caso basterà tirarlo fuori dal freezer qualche ora prima di servirlo (lasciandolo scongelare a temperatura ambiente).

 

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *