Confettura di cipolle rosse di Tropea

La confettura di cipolle è una vera delizia. Questa estate, durante il mio soggiorno a Tropea, non ho saputo resistere alla cipolla rossa tipica del luogo. Le cipolle rosse di Tropea, sono ottime per questa preparazione in quanto hanno un gusto delicato, dolce e un’alta digeribilità.
La confettura di cipolle è ottima per accompagnare formaggi o spalmata su del pane tostato per un aperitivo.



Tempo di preparazione: 20 minuti (+ tempo di marinatura)

Tempo di cottura: 40 minuti

Dosi per: 2 vasetti

Ingredienti 
1 kg di cipolle
300 gr di zucchero di canna
20 gr di cognac (o liquore simile)
100 gr di vino bianco


  1. Per preparare la confettura di cipolle, dobbiamo prima di tutto sterilizzare i barattoli che andranno a contenerla. Sciacquiamoli dapprima con acqua corrente e poi immergiamoli senza coperchi in una pentola con acqua fredda. Accendiamo il fornello e facciamo bollire per almeno 30 minuti. Lasciamoli raffreddare completamente e facciamoli scolare capovolti su un canovaccio pulito (o in forno a 50°C per eliminare altre presenze di batteri indesiderati).
  2. Passiamo quindi alla preparazione vera e propria della confettura di cipolle, eliminando le estremità delle cipolle e il primo strato. Tagliamole poi a fettine molto sottili con l’uso di una mandolina. Versiamole in una ciotola e aggiungiamo lo zucchero, il cognac e il vino bianco. Giriamo accuratamente e lasciamo marinare il tutto in frigorifero coperto da pellicola, per almeno 8 ore.
  3. Trascorso il tempo necessario, versiamo le cipolle con il succo di marinatura all’interno di una capiente pentola.
  4. Accendiamo il fornello a fiamma media e portiamo a bollore mescolando di tanto in tanto. Una volta raggiunto il bollore abbassiamo la fiamma.
  5. Facciamo cuocere per 35-40 minuti con il coperchio leggermente aperto, mescolando spesso.
  6. Spegniamo il fornello e passiamo subito all’invasettamento. Con un mestolo facciamo colare la confettura di cipolle all’interno dei barattoli fino a 1 cm dal bordo (pressiamo con un cucchiaio se necessario). Chiudiamo i barattoli energicamente e capovolgiamoli facendoli raffreddare completamente. Al termine di questo processo la confettura è pronta per essere conservata in dispensa.
  7. Per ottenere una confettura di cipolle con una conservazione di circa due anni, una volta riempiti di confettura e lasciati raffreddare completamente, immergiamoli poi in una capiente pentola e facciamoli bollire a bagnomaria per 20 minuti. Trascorso il tempo, spegniamo la fiamma e lasciamo raffreddare completamente. I vasetti di confettura di cipolle sono pronti per essere conservati in un luogo fresco e asciutto, al riparo da fonti di luce.



Consigli: Se desiderate una consistenza più liscia ed omogenea, tritate le cipolle finemente.

Consigli per gli acquisti: Piatto, ciotola della linea “Estetico Quotidiano” by Seletti.

 




Marmellata di fichi

La marmellata di fichi è una vera prelibatezza, una delle mie preferite in assoluto. Questa estate ho fatto una bella scorpacciata di fichi in diversi orti di amici e parenti, preparando poi molti vasetti di marmellata che ho distribuito puntualmente agli stessi parenti e amici ai quali ho sottratto il prezioso frutto! Potete tranquillamente dividere la marmellata di fichi neri da quelli verdi, oppure mischiarli insieme in un’unica composta di fichi. Essendo il fico un frutto di per se molto dolce, il rapporto che utilizzo io per preparare la marmellata di fichi è di 3:1 cioè 1 parte di zucchero ogni 3 parti di frutta.
La marmellata di fichi è ottima sia per la prima colazione, che accompagnata da formaggi stagionati per un aperitivo o antipasto.



Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura: 90 minuti

Tempo di riposo: 1 notte

Dosi per: 6 vasetti

 

Ingredienti 
3 kg di fichi
1 kg di zucchero di canna
1 bicchiere di acqua
succo di 1 limone


  1. Per preparare la marmellata di fichi, dobbiamo prima di tutto sterilizzare i barattoli che andranno a contenerla. Sciacquiamoli dapprima con acqua corrente e poi immergiamoli senza coperchi in una pentola con acqua fredda. Accendiamo il fornello e facciamo bollire per almeno 30 minuti. Lasciamoli raffreddare completamente e facciamoli scolare capovolti su un canovaccio pulito (o in forno a 50°C per eliminare altre presenze di batteri indesiderati).
  2. Passiamo quindi alla preparazione vera e propria della marmellata di fichi lavando accuratamente i fichi e privandoli della parte superiore. Dividiamoli a metà e mettiamoli in una capiente pentola.
  3. Aggiungiamo lo zucchero di canna, l’acqua e il succo di limone. Mescoliamo il tutto e poniamo sul fornello a fiamma media.
  4. Mescoliamo di tanto in tanto e una volta raggiunto il bollore copriamo col coperchio e lasciamo cuocere a fuoco basso per almeno un’ora (ricordandoci di mescolare ogni 10-15 minuti).
  5. Trascorso il tempo necessario, leviamo il coperchio e lasciamo cuocere per altri 20-30 minuti mescolando spesso.
  6. Per verificare la consistenza della marmellata, preleviamone un cucchiaino e mettiamola in un piatto a raffreddare.
  7. Spegniamo il fornello e passiamo subito all’invasettamento. Con un mestolo facciamo colare la marmellata all’interno dei barattoli fino a 1 cm dal bordo (pressiamo con un cucchiaio se necessario). Chiudiamo i barattoli energicamente e capovolgiamoli. Facciamoli raffreddare completamente. Al termine di questo processo la marmellata è pronta per essere conservata in dispensa.
  8. Per ottenere una marmellata di fichi con una conservazione di circa due anni, una volta riempiti di marmellata e lasciati raffreddare completamente, immergiamoli in una capiente pentola e facciamoli bollire a bagnomaria per 20 minuti. Trascorso il tempo, spegniamo la fiamma e lasciamo raffreddare completamente. I vasetti di marmellata sono pronti per essere conservati in un luogo fresco e asciutto, al riparo da fonti di luce.



Consigli: Se desiderate una consistenza più liscia ed omogenea, eliminate la buccia dei fichi e tagliateli a pezzetti.

Consigli per gli acquisti: Piatto, ciotola e paletta in porcellana della linea “Estetico Quotidiano” by Seletti.

 




Zucchine sott’olio

L’estate è il periodo migliore dell’anno in fatto di cibo perché ci regala la frutta e la verdura più buona in assoluto. E’ quindi necessario fare una bella scorta di queste bontà trasformandole in confetture, marmellate e conserve da poterne gustare anche nei periodi più freddi. Se poi le verdure o la frutta, vengono da agricoltura biologica, magari da un nostro amico agricoltore ancora meglio! Oggi vediamo come preparare delle buonissime zucchine sott’olio in pochi e semplici passi.



Tempo di preparazione: 1 ora

Tempo di cottura: 5 minuti

Tempo di riposo: almeno 1 mese

Dosi per: 2 vasetti da 500 ml

 

Ingredienti 
1 kg di zucchine biologiche
150 ml di aceto bianco + 2 lt di acqua
5 foglie di alloro
10 foglie di menta
2 spicchi d’aglio
q.b. di olio extra vergine d’oliva
q.b. di sale grosso
q.b. di sale fino
q.b. di pepe nero in grani
q.b. di pepe rosa in grani
q.b. di pepe verde in grani
q.b. di chiodi di garofano


  1. Per preparare le zucchine sott’olio, laviamo e mondiamo le zucchine tagliandole a listarelle spesse mezzo centimetro. Poniamole in un’ampia ciotola e cospargiamo con del sale grosso ad ogni strato.
  2. Lasciamo riposare per almeno 30 minuti. Successivamente sciacquiamo sotto l’acqua corrente.
  3. Portiamo l’acqua e l’aceto a bollore in una casseruola e tuffiamoci le zucchine. Lasciamo cuocere per 4-5 minuti, dopo di che spegniamo il fornello e lasciamo in infusione per 15-20 minuti.
  4. Scoliamo le zucchine e tamponiamole con un canovaccio pulito per eliminare l’acqua. Una volta fredde e asciutte possiamo passare all’invasettamento.
  5. Sterilizziamo 2 barattoli (capienza 500ml ciascuno) con dell’alcol alimentare. Versiamo 1 dito d’olio sul fondo e aggiungiamo un pizzico di sale, alcuni grani di pepe nero, verde e rosa, chiodi di garofano e qualche fogliolina di menta.
  6. Poniamo le zucchine nel vasetto cercando di non lasciare spazi vuoti (effettuiamo una leggera pressione per farle aderire bene le une con le altre). Una volta colmato il barattolo, aggiungiamo altro pepe e altre foglioline di menta. Irroriamo con altro olio fino a coprire il tutto. Sigilliamo i barattoli e conserviamoli in un luogo fresco e asciutto lontano dalla luce diretta del sole.
  7. Lasciamo le zucchine sott’olio a riposare per almeno 1 mese prima di consumarle.



Consigli: Una volta aperto il barattolo delle zucchine sott’olio, conservare in frigorifero e consumare nel giro di massimo 2 settimane.

 




Marmellata di fragole

La marmellata di fragole è senza dubbio la mia preferita, dolce ma dalle note acidule è ottima per iniziare bene una giornata spalmata sulle fette biscottate. E pensare che ci vuole davvero poco per farla in casa…



Tempo di preparazione: 1 ora

Tempo di cottura: 45-60 minuti

Tempo di riposo: 1 notte

Dosi per: 6 vasetti

 

Ingredienti 
2 kg di fragole
1 kg di zucchero
succo di 2 limoni
2 cucchiai di estratto di vaniglia


  1. Laviamo e mondiamo le fragole, privandole del picciolo. Con l’aiuto di uno schiacciapatate riduciamole a purea che riponiamo in una capiente pentola.
  2. Aggiungiamo lo zucchero, l’estratto di vaniglia e il succo dei limoni.
  3. Mescoliamo il tutto con un cucchiaio di legno e accendiamo il fornello a fiamma medio-bassa. Lasciamo cuocere per 45-60 minuti mescolando spesso.
  4. Nel frattempo sterilizziamo i vasetti di vetro con dell’alcol alimentare.
  5. Per verificare la consistenza della marmellata, preleviamone un cucchiaino e mettiamola in un piatto a raffreddare.
  6. Spegniamo il fornello e lasciamola raffreddare. Invasiamo la marmellata di fragole e chiudiamo i vasetti col coperchio. Capovolgiamoli sottosopra in una capiente pentola che riempiremo d’acqua e metteremo sul fornello facendo cuocere il tutto per 20-30 minuti (questo processo servirà a sterilizzare il tutto). Lasciamo raffreddare i vasetti nell’acqua. Lasciamo riposare per una notte.



Consigli: La marmellata così preparata può essere conservata in dispensa per 5-6 mesi.