Sformato di finocchi

Gustoso e saporito lo sformato di finocchi è ottimo come contorno o come pasto vegetariano!

La prima volta che ho assaggiato lo sformato di finocchi le mie papille gustative hanno fatto un triplo salto mortale all’indietro! Me ne sono innamorato fin dal primo momento e non ne ho potuto più fare a meno! Considerando che basta preparare tutti gli ingredienti, miscelarli e poi mettere tutto in forno, beh, la fatica non è poi molta!



Tempo di preparazione: 15 minuti

Tempo di cottura: 30-40 minuti

Dosi per: 6 persone

 

Ingredienti 
3 finocchi grandi
3 pomodori maturi
100 gr di pangrattato
2 cucchiai di prezzemolo
2 cucchiai di origano
2 mozzarelle
50 gr di parmigiano
50 gr di pecorino
1 bicchiere di olio EVO
sale e pepe q.b.


  1. Per preparare lo sformato di finocchi iniziamo sciacquando e mondando i finocchi. Tagliamoli a strisce da 2 cm e lessiamo in abbondante acqua salata.
  2. Facciamo cuocere per una mezz’ora o finché non saranno morbidi ma compatti.
  3. Scoliamo i finocchi e lasciamoli intiepidire in una ciotola.
  4. In un’altra pentola, lessiamo i pomodori per 3-5 minuti. Scoliamoli ed eliminiamo la buccia. Tagliamo a spicchi di 2 cm e versiamoli nella ciotola con i finocchi.
  5. Nella medesima ciotola aggiungiamo il parmigiano e il pecorino grattugiati, il pangrattato, la mozzarella tagliata a cubetti, prezzemolo e origano tritati, sale, pepe e l’olio d’oliva.
  6. Mescoliamo energicamente per insaporire tutti gli ingredienti.
  7. Versiamo in una teglia e livelliamo con un cucchiaio facendo una leggera pressione.
  8. Aggiungiamo una spolverata di pangrattato, di parmigiano grattugiato e un filo d’olio d’oliva.
  9. Inforniamo a 180°C in forno statico preriscaldato per almeno 30 minuti. Azioniamo la funzione grill durante gli ultimi 2-3 minuti di cottura per ottenere una superficie croccante e dorata.
  10. Serviamo lo sformato di finocchi ben caldo.



Consigli:  Lo Sformato di finocchi, può essere conservate in frigorifero per 2-3 giorni in un contenitore a chiusura ermetica.


Consigli per gli acquisti: Teglia e piatto by Emile Henry.

 




Patate Hasselback

When you try hasselback, you never come back!

Dopo averle davvero cucinate in tutti i modi, inserite in moltissime ricette, oggi ve le propongo in versione Hasselback, direttamente dalle ricette svedesi! Le patate Hasselback, si preparano davvero in pochissimo tempo e la loro particolarità, a parte la forma a fisarmonica, è l’essere croccanti fuori e morbide dentro. Passiamo dunque alla preparazione…



Tempo di preparazione: 10 minuti

Tempo di cottura: 45-60 minuti

Dosi per: 4 persone

 

Ingredienti 
8 patate medie
olio extravergine d’oliva q.b.
sale e pepe q.b.
4 rametti di rosmarino
10 foglie di salvia
10 foglie di alloro
qualche rametto di timo
2 spicchi d’aglio


  1. Per preparare le patate hasselback, la prima cosa da fare è sciacquare accuratamente le patate (in quanto verranno cotte e mangiate con la buccia).
  2. Asciughiamole bene e iniziamo ad affettarle senza arrivare fino in fondo. Le “lamelle” dovranno avere uno spessore di 3-5 mm.
  3. Inseriamo le erbette aromatiche tra una fetta e l’altra.
  4. Schiacciamo l’aglio all’interno di una ciotolina, aggiungiamo abbondante olio d’oliva, sale e pepe e mescoliamo. Con un pennello spennelliamo questa mistura sulle patate tra una lamella e l’altra.
  5. Riponiamo le patate così condite su una teglia rivestita da carta forno (io ho usato la padella in ghisa smaltata Le Creuset) e aggiungiamo un altro filo d’olio d’oliva.
  6. Inforniamo in forno statico preriscaldato a 200°C per almeno 45-60 minuti.
  7. Ogni 15 minuti spennelliamo le patate con l’olio d’oliva rimanente.
  8. Sforniamo e lasciamo intiepidire le patate hasselback.



Consigli:  Le Patate Hasselback, possono essere conservate in frigorifero per 2-3 giorni in un contenitore a chiusura ermetica.


Consigli per gli acquisti: Padella in ghisa smaltata Le Creuset

 




Zucca al forno

Uno degli ortaggi che amo di più: La zucca!

Oggi vediamo come preparare la zucca al forno con pochi e semplicissimi ingredienti. Ho trovato questa ricetta nel blog della talentuosa blogger Gabila Gerardi di panedolcealcioccolato e me ne sono innamorato subito! La parola d’ordine per questa ricetta è: semplicità!



Tempo di preparazione: 2 minuti

Tempo di cottura: da 40 a 60 minuti (dipende dallo spessore delle fette)

Dosi per: 2 persone

 

Ingredienti 
2 fette di zucca gialla (spessore 3cm circa)
1 testa d’aglio
1 cipolla
olio extra vergine d’oliva q.b.
sale e pepe q.b.
timo e maggiorana q.b.

 


  1. Per preparare la zucca al forno laviamo accuratamente la zucca. Tagliamola a metà, preleviamo semi e filamenti scavando con un cucchiaio.
  2. Preleviamo due fette e poniamole (con tutta la buccia) in una pirofila leggermente oliata.
  3. Tagliamo in due la testa d’aglio e la cipolla e poniamo anch’esse nella pirofila.
  4. Aggiungiamo un filo d’olio, una spolverata di sale, una di pepe e qualche fogliolina di tipo e maggiorana.
  5. Inforniamo a 180°C per 30-60 minuti. Il tempo dipende dallo spessore delle fette di zucca. Per controllare la cottura infilare una forchetta nella polpa che dovrà risultare molto tenera.
  6. Servire la zucca al forno ben calda.



Consigli:  La zucca al forno può essere conservata in frigorifero per 2-3 giorni in un contenitore a chiusura ermetica.


Consigli per gli acquisti: Pirofila ovale by Emile Henry – Canovaccio by Allorashop.

 




Funghi al forno

Questa è una ricetta base, dove nulla può andare storto (salvo che vi dimentichiate i funghi nel forno, carbonizzandoli). I funghi al forno sono una ricetta base che apre la strada a tante altre ricette, possono essere infatti mangiati come contorno, sminuzzati per condire la pasta la carne o il pesce.



Tempo di preparazione: 5 minuti

Tempo di cottura: 45 minuti

Dosi per: 5 persone

 

Ingredienti 
10 funghi champignon
3 cucchiai di olio EVO
prezzemolo q.b.
2 spicchi d’aglio
sale e pepe q.b.


  1. Per prima cosa tritiamo finemente prezzemolo e aglio. Versiamo il trito in una ciotolina aggiungendo olio extravergine d’oliva, sale e pepe.
  2. Puliamo i funghi privandoli del gambo e della membrana esterna al cappello (detta cuticola).
  3. Disponiamo i funghi in un unico livello con le lamelle verso l’alto, su una teglia rivestita di carta forno. Aggiungiamo un cucchiaino di olio aromatizzato fatto precedentemente.
  4. Inforniamo a forno statico e preriscaldato a 180°C per almeno 45 minuti.
  5. Servire caldi o freddi come antipasto o contorno.



Consigli: I funghi gratinati possono essere conservati in un contenitore a chiusura ermetica per 4-5 giorni.


Consigli per gli acquisti: Piatto in porcellana bianca dalla linea estetico quotidiano, bicchiere glass from sonny by Seletti.

 




Funghi gratinati al forno

Amo i funghi cucinati in ogni modo, ma senz’altro quelli gratinati al forno sono i miei preferiti! Con la ricetta di oggi vedremo come prepararli al meglio. I funghi gratinati sono un perfetto contorno per accompagnare sia carne che pesce, oppure un ottimo piatto per vegetariani.



Tempo di preparazione: 5 minuti

Tempo di cottura: 45 minuti

Dosi per: 5 persone

 

Ingredienti 
10 funghi champignon
2 cucchiai di olio EVO
8 cucchiai di pangrattato
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
2 cucchiai di capperi
1 spicchio di aglio
3 ciuffi prezzemolo
3 rametti di timo
3 rametti di origano
succo di mezzo limone
sale e pepe q.b.


  1. In una ciotola prepariamo il ripieno per i nostri funghi mettendo il pangrattato, l’olio extravergine d’oliva, il succo di mezzo limone, sale, pepe, parmigiano grattugiato e un trito di: capperi, aglio, prezzemolo, timo, origano. Mescoliamo con un cucchiaio.
  2. Puliamo i funghi privandoli del gambo e della membrana esterna al cappello (detta cuticola).
  3. Disponiamo i funghi in un unico livello con le lamelle verso l’alto, su una teglia rivestita di carta forno. Aggiungiamo un filo d’olio e un cucchiaio raso di ripieno.
  4. Inforniamo a forno statico e preriscaldato a 180°C per almeno 40 minuti.
  5. Serviamo i funghi gratinati caldi o freddi come antipasto o contorno.



Consigli: I funghi al forno possono essere conservati in frigorifero per 4-5 giorni in un contenitore a chiusura ermetica.

 




Pomodorini confit

Anche se la cottura di questa pietanza è lunga, vi assicuro che il risultato vi premierà per il tempo speso. Adoro fare i pomodorini confit specialmente d’estate quando apro il terrazzo fiorito per le cene estive con gli amici.
Questa è una ricetta semplicissima e molto versatile, si possono usare i pomodorini confit come contorno per carne o pesce, per condire un piatto di pasta oppure come vero e proprio piatto principale per vegetariani e vegani.
La ricetta originale non prevede l’uso del miele (per cui amici vegani levatelo pure dalla lista ingredienti), ma a me piace troppo e vi assicuro che il risultato finale è ancora più buono.



Tempo di preparazione: 5 minuti

Tempo di cottura: 120 minuti

Dosi per: 4 persone

 

Ingredienti 
1 kg di pomodori ciliegino
olio EVO q.b.
sale e pepe q.b.
5 rametti di timo
5 rametti di origano
2 spicchi d’aglio
3 cucchiai di zucchero di canna
1 cucchiaio di miele (opzionale)


  1. Laviamo e asciughiamo i pomodori. Dividiamoli a metà con un coltello seghettato e poniamoli su una teglia foderata con carta forno. Disponiamoli in maniera ordinata non troppo vicini l’uno all’altro e con la parte piatta verso l’alto.
  2. Laviamo e asciughiamo timo e origano. Puliamo l’aglio privandolo della pellicina esterna e dell’anima interna, tagliamolo a fettine.
  3. Cospargiamo i pomodori con olio extravergine d’oliva, sale, pepe nero macinato, timo, origano, aglio, zucchero di canna e un filo di miele.
  4. Inforniamo a forno statico preriscaldato a 150°C per circa 2 ore. Servire tiepidi o freddi.



Consigli: I pomodorini confit possono essere conservati in un contenitore a chiusura ermetica per 4-5 giorni in frigorifero. Sono ottimi serviti sia caldi che freddi per accompagnare un secondo piatto di carne o pesce. Sono anche ottimi per condire un piatto di pasta,di insalata, una quiche, la pizza ecc.


Consigli per gli acquisti: Teglia in porcellana bianca dalla linea estetico quotidiano by Seletti.

 




Cavolfiore al forno

Finalmente è arrivato l’inverno e il protagonista di questa ricetta è proprio lui: il cavolfiore. Dalle rinomate proprietà benefiche (grazie alla presenza di potassio, calcio, ferro, fosforo, vitamina C ecc.), il cavolfiore ha un bassissimo contenuto di calorie ma un alto potere saziante. Questa è una ricetta super semplice, gustosa e che non ha bisogno di dosi ben precise ma si fa “ad occhio” e può essere servita come contorno: il cavolfiore al forno.



Tempo di preparazione: 5 minuti

Tempo di cottura: 30 minuti

Dosi per: 2 persone

 

Ingredienti 
1 cavolfiore
olio EVO q.b.
sale e pepe q.b.
4 foglie di salvia
2 rametti di origano
2 rametti di timo


  1. Mondiamo il cavolfiore eliminando foglie e gambo. Con un coltellino più piccolo separiamo le cime dal gambo centrale. Laviamo e asciughiamo bene.
  2. Affettiamo le cime con uno spessore i mezzo centimetro e disponiamo su una teglia da forno.
  3. Oliamo, saliamo, pepiamo e aggiungiamo le foglioline di salvia sminuzzate.
  4. Aggiungiamo anche gli altri aromi (timo e origano).
  5. Inforniamo a forno ventilato e preriscaldato a 180°C per circa 30-40 minuti. Servire il cavolfiore al forno caldo o freddo.



Consigli: Il cavolfiore al forno può essere conservato in frigorifero per 2-3 giorni in un contenitore con chiusura ermetica.