Pancake americani

La classica colazione americana non può essere definita tale senza gli immancabili pancake. I pancake altro non sono che delle crepes lievitate, soffici e gustose, da servire con sciroppo d’acero, miele, burro, Nutella, topping di qualsiasi genere o frutta fresca. Di per sè non hanno un elevato apporto calorico, tutto dipende dal cosa mettiamo sopra 🙂 Ecco la ricetta degli originali pancake americani.



Tempo di preparazione: 15 minuti

Tempo di riposo: 30 minuti

Tempo di cottura: 2 minuti

Dosi per: 40 pancake

 

Ingredienti per i pancake
3 uova medie
400 ml di latte
450 gr di farina 00
170 gr di zucchero
1 cucchiaio di estratto di vaniglia
1/2 bustina di lievito per dolci

Ingredienti per guarnire
Sciroppo d’acero q.b.
frutta fresca di stagione


  1. In una ciotola sbattiamo le uova con il latte e l’estratto di vaniglia.
  2. In un secondo recipiente setacciamo e mescoliamo la farina con il lievito, poi aggiungiamo lo zucchero.
  3. Versiamo gli ingredienti liquidi in quelli secchi e amalgamiamo velocemente. Copriamo la ciotola con della pellicola e lasciamo riposare l’impasto per una mezz’ora.
  4. Prendiamo un’ampia padella e imburriamola, aggiungiamo l’impasto poco alla volta (aiutandoci con un cucchiaio da gelataio per dosarlo) e lasciamolo cuocere a fiamma media per 2-3 minuti o finché non inizieranno a salire delle bollicine.
  5. Giriamo i pancake con una spatola e lasciamoli cuocere dall’altro lato altri 2 minuti.
  6. I pancake vanno serviti ben caldi.



Consigli: I pancake possono essere conservati a temperatura ambiente in un contenitore a chiusura ermetica per 2-3 giorni, basterà metterli al microonde qualche secondo per farli ritornare morbidi e fumanti.


Consigli per gli acquisti: Piatti della linea “Palace” by Seletti.

 




Marmellata di fragole

La marmellata di fragole è senza dubbio la mia preferita, dolce ma dalle note acidule è ottima per iniziare bene una giornata spalmata sulle fette biscottate. E pensare che ci vuole davvero poco per farla in casa…



Tempo di preparazione: 1 ora

Tempo di cottura: 45-60 minuti

Tempo di riposo: 1 notte

Dosi per: 6 vasetti

 

Ingredienti 
2 kg di fragole
1 kg di zucchero
succo di 2 limoni
2 cucchiai di estratto di vaniglia


  1. Laviamo e mondiamo le fragole, privandole del picciolo. Con l’aiuto di uno schiacciapatate riduciamole a purea che riponiamo in una capiente pentola.
  2. Aggiungiamo lo zucchero, l’estratto di vaniglia e il succo dei limoni.
  3. Mescoliamo il tutto con un cucchiaio di legno e accendiamo il fornello a fiamma medio-bassa. Lasciamo cuocere per 45-60 minuti mescolando spesso.
  4. Nel frattempo sterilizziamo i vasetti di vetro con dell’alcol alimentare.
  5. Per verificare la consistenza della marmellata, preleviamone un cucchiaino e mettiamola in un piatto a raffreddare.
  6. Spegniamo il fornello e lasciamola raffreddare. Invasiamo la marmellata di fragole e chiudiamo i vasetti col coperchio. Capovolgiamoli sottosopra in una capiente pentola che riempiremo d’acqua e metteremo sul fornello facendo cuocere il tutto per 20-30 minuti (questo processo servirà a sterilizzare il tutto). Lasciamo raffreddare i vasetti nell’acqua. Lasciamo riposare per una notte.



Consigli: La marmellata così preparata può essere conservata in dispensa per 5-6 mesi.

 




Biscotti fiammifero

Adoro la pasta frolla perché può assumere una miriade di forme, essere abbinata con una molteplicità di creme, salse, e frutta… Oggi prepariamo dei buonissimi biscotti a forma di fiammifero con pasta frolla e cioccolato fondente.



Tempo di preparazione: 1 ora

Tempo di Cottura: 20 minuti

Dosi per: 40 biscotti

 

Ingredienti
100 gr di burro
350 gr di farina 00
100 gr di zucchero
1 uovo + 3 tuorli
scorza di un limone
1 cucchiaio di liquore (tipo strega)
un pizzico di sale

Ingredienti per guarnire
Cioccolato fondente q.b.


  1. Su un piano di lavoro versiamo la farina, lo zucchero e il sale creando un foro al centro nel quale inseriremo il burro tagliato a cubetti piccoli, le uova, la scorza di limone grattugiata e il liquore.
  2. Impastiamo velocemente con una forchetta. Formiamo poi una palla con l’aiuto delle mani. Copriamola con pellicola alimentare trasparente e riponiamola in frigorifero per almeno 30 minuti.
  3. Stendiamo quindi la pasta frolla con il mattarello cercando di utilizzare pochissima farina. Tagliamo delle strisce larghe 2 cm e lunghe circa 7 cm.
  4. Inforniamo i biscotti a forno statico a 200°C per 15-20 minuti (finché non saranno leggermente dorati). Sfornare e lasciar raffreddare completamente.
  5. In un pentolino sciogliamo il cioccolato a bagnomaria, immergiamo la sommità dei biscotti e lasciamo drenare il cioccolato in eccesso. Lasciamo raffreddare.
  6. I nostri biscotti sono pronti per essere gustati con un buon tè caldo.



Consigli: I biscotti fiammifero possono essere conservati in un contenitore con chiusura ermetica, a temperatura ambiente.


Consigli per gli acquisti: Nelle foto, bollitore by Seletti.

 




Crostata con crema pasticcera e frutti di bosco

Questo è sicuramente uno dei miei dolci preferiti, amo prepararlo per il mio compleanno o quello dei miei amici. Nella preparazione la parte che adoro di più è la farcitura, è fantastico vedere come la combinazione di pasta frolla, crema pasticcera e frutti di bosco riesca a regalare un così buon sapore al palato… Ecco la crostata con crema pasticcera e frutti di bosco.



Tempo di preparazione: 3 ore

Tempo di Cottura: 30 minuti

Dosi per: 1 crostata da 12 porzioni

Ingredienti per la crema pasticcera
500 ml di latte
5 tuorli
150 gr di zucchero
30 gr di farina
1 bacca di vaniglia
1 noce di burro

Ingredienti per la pasta frolla
100 gr di burro
350 gr di farina 00
100 gr di zucchero
1 uovo + 3 tuorli
scorza di un limone
1 cucchiaio di liquore (tipo strega)
un pizzico di sale

Ingredienti per guarnire
Frutti di bosco


  1. Per prima cosa prepariamo la crema pasticcera aprendo e raschiando l’interno di una bacca di vaniglia. Poniamo tutto in una pentola insieme al latte e portiamo a bollore. Quindi spegniamo il fornello e lasciamo in infusione finchè no sarà diventato tiepido.
    Sbattiamo con le fruste elettriche i tuorli con lo zucchero, aggiungere la farina setacciata e continuare a montare finchè non otterremo un composto liscio e spumoso. Aggiungiamo un mestolo di latte ormai tiepido e continuiamo a montare qualche secondo.
    Eliminiamo la bacca di vaniglia e riportiamo la pentola sul fornello. Continuando a girare con una frusta versiamo il composto di uova e zucchero nella pentola su fiamma bassa.
    Continuiamo a mescolare finche la crema non si sarà rappresa, contando ancora 2 minuti la cottura dopo aver raggiunto il  bollore.
    Travasiamo la crema in un contenitore e copriamo con pellicola alimentare. Lasciamo raffreddare completamente.
  2. Dedichiamoci ora alla preparazione della pasta frolla, su un piano di lavoro versiamo la farina, lo zucchero, il sale e creiamo un foro al centro nel quale inseriremo il burro tagliato a cubetti piccoli, le uova, la scorza di limone grattugiata e il liquore. Impastiamo velocemente con una forchetta. Formiamo poi una palla con l’aiuto delle mani. Copriamola con pellicola alimentare trasparente e riponiamola in frigorifero per almeno 30 minuti. Stendiamo quindi la pasta frolla con il mattarello cercando di utilizzare pochissima farina. Ricopriamo una tortiera per crostate, eliminiamo la pasta frolla in eccesso e foriamo il fondo con una forchetta. Disponiamo un cerchio di carta forno sulla superficie e versiamo dei legumi secchi (tipo ceci), inforniamo a 200°C per 10-15 minuti. Sforniamo ed eliminiamo i legumi e la carta forno. Riportiamo la crostata in forno per altri 10-15 minuti. A fine cottura spennellare la superficie con un uovo sbattuto (questa operazione creerà uno strato protettivo tra frolla e crema). Ripetiamo l’operazione più volte. Lasciamo raffreddare completamente.
  3. Passiamo ora ad assemblare il dolce. Stendiamo abbondante crema sopra alla base di pasta frolla e livelliamo con una spatola. Disponiamo la frutta come più ci piace e riponiamo in frigorifero per almeno 1-2 ore.
  4. La nostra crostata con crema e frutti di bosco è pronta per essere divorata.



Consigli: La crostata può essere conservata in frigorifero per 3-4 giorni coperta con pellicola alimentare.


Consigli per gli acquisti: Nelle foto, tazze e teiera del servizio “I-wares” by Seletti.

 




Frittata con asparagi e salsiccia

La prima cosa che mi viene in mente quando mio papà in questo periodo torna a casa con mastodontici mazzi di asparagi selvatici è proprio la frittata… adoro il gusto degli asparagi selvatici, così diverso da quello degli asparagi di coltivazione… e sapere che dietro ad un singolo mazzo di asparagi c’è comunque l’impegno e la fatica di un tuo caro, sicuramente da ancora più valore a quello che andremo a preparare. Ecco la ricetta della mia frittata con asparagi e salsiccia.



Tempo di preparazione: 15 minuti

Tempo di Cottura: 8 minuti

Dosi per: 1 frittata

Ingredienti 
20 asparagi selvatici
2 salsicce (calabresi sotto strutto)
3 uova grandi
2 cucchiai di olio evo
sale e pepe q.b.
prezzemolo tritato q.b.


  1. Per prima cosa spezziamo gli asparagi con le dita ad una lunghezza di circa 3 cm (partendo ovviamente dalla punta) fino a metà della loro lunghezza (o finché non arriveremo alla parte più dura). Tagliamo poi la salsiccia a rondelle molto fine.
  2. In una padella soffriggiamo gli asparagi con 2 cucchiai di olio evo, per 2-3 minuti.
  3. Aggiungiamo poi la salsiccia e lasciamo rosolare un altro minuto. Nel frattempo in una ciotola sbattiamo le uova con un pizzico di sale e uno di pepe.
  4. Aggiungiamo le uova nella padella e facciamola roteare e diamo qualche colpetto per spargere nella maniera più uniforme possibile asparagi, salsiccia e uova.
  5. Lasciamo cuocere 3-4 minuti a fiamma bassa, successivamente giriamola (aiutandoci facendola scivolare su un coperchio e rigiriamola sul tegame). Facciamo cuocere altri 2 minuti. Cospargiamo la sommità con del prezzemolo fresco tritato e un pizzico di sale. Serviamo la frittata con asparagi e salsiccia ancora calda.



Consigli: La frittata di asparagi può essere conservata in frigorifero in un contenitore a chiusura ermetica per 4-5 giorni.

 




Panna cotta con Amarena Fabbri

Uno dei miei dessert preferiti è proprio la panna cotta (tant’è che la ordino sempre al ristorante quando è il momento del dolce). Mi sono sempre domandato quale fosse la sua preparazione ed ecco a voi la risposta… Una ricetta facilissima per un risultato da leccarsi i baffi…


Tempo di preparazione: 15 minuti

Tempo di Cottura: 15 minuti

Tempo di Riposo: 3 ore

Dosi per: 6 persone

Ingredienti per la panna cotta
500 ml di panna fresca
100 gr zucchero
1 cucchiaio di estratto di vaniglia
4 fogli di gelatina/colla di pesce

Ingredienti per guarnire
Q.b. di Amarena Fabbri e sciroppo


  1. Per prima cosa mettiamo in ammollo (con acqua fredda) i fogli di gelatina per almeno 5-10 minuti.
  2. Nel frattempo in un pentolino versare la panna, lo zucchero e l’estratto di vaniglia, accendendo il fornello al minimo e portiamo quasi a bollore. Spegniamo il fornello.
  3. Strizziamo bene la colla di pesce e poniamola all’interno del pentolino.
  4. Amalgamiamo il composto finchè la gelatina non si sarà completamente sciolta. Lasciamo intiepidire qualche minuto e successivamente versiamo il composto in stampi mono porzione.
  5. Per smodellare la panna cotta immergiamo quasi completamente gli stampini in acqua calda per qualche secondo. Rovesciamo sul piatto e aggiungiamo un cucchiaio abbondante di Amarena Fabbri e sciroppo.



Consigli: La panna cotta può essere conservata in frigorifero ancora negli stampini per 3-4 giorni.


Consigli per gli acquisti: Nelle foto, piatto del servizio “Palace” e cucchiaio “The Mida’s cutlery” by Seletti. Stampi in silicone dal servizio “Il tempo della festa – timballo” by Alessi.