Insalata di fagioli e tonno

Durante la settimana, quando lavoro e non ho tempo di preparare il pranzo, l’insalata di fagioli e tonno mi salva dalla fame!

Capita solo a me di non avere mai tempo in pausa pranzo per fare tutto quello che c’è da fare? In quell’ora, infatti, le lancette dell’orologio sembrano mettere l’acceleratore e in men che non si dica è già ora di tornare in ufficio. In quei casi io opto sempre per soluzioni comode e veloci senza però rinunciare ad un pasto sano ed equilibrato. Oggi vi propongo un’insalata di fagioli e tonno, facile da preparare e davvero poco impegnativa (sarebbe in grado di prepararla anche il mio bulldog inglese).



Tempo di preparazione: 2 minuti (+ tempo di cottura fagioli)

Dosi per: 2 persone

 

Ingredienti 
300 gr di fagioli cannellini lessi
200 gr di filetti di tonno sott’olio
una manciata di capperi
1/2 cipolla rossa
Sale e pepe q.b.
Olio extra vergine d’oliva q.b.


  1. Per preparare l’insalata di fagioli e tonno, la prima cosa da fare è procurarsi dei fagioli lessi.
  2. Se siete stati preventivi avrete già lasciato i fagioli in ammollo per 12 ore prima di cuocerli. Li avrete lessati per almeno 2 ore finchè non saranno diventati teneri ma compatti.
  3. Se, invece, come me vi riducete sempre all’ultimo secondo, avrete scolato e sciacquato quelli in scatola.
  4. Adagiamo i fagioli nel piatto aggiungendo dei tranci di tonno sott’olio. Posizioniamo dei capperi qua e là insieme alla cipolla tagliata a fettine sottilissime.
  5. Saliamo e pepiamo a piacere. Aggiungiamo in ultimo un filo di olio d’oliva.



Consigli:  L’insalata di fagioli e tonno può essere conservata in frigorifero per 2-3 giorni in un contenitore a chiusura ermetica.


Consigli per gli acquisti: Piatto e canovaccio in lino by Allorashop

 




Zuppa di castagne, porcini e fagioli cannellini

Una zuppa ricca di sapori, che sa di autunno!

Dopo aver provato questa zuppa di castagne non potrete più farne a meno. Come vi ho raccontato qui, il viaggio in Irpinia mi ha arricchito di nuove esperienze, conoscenze e sapori. Nello specifico, durante la cena nel castello di Taurasi, sono stato catturato da una zuppa dal gusto prettamente autunnale. A base di castagne di Montella, porcini, fagioli cannellini e pancetta (non ho potuto che chiedere il bis).



Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura: 30 minuti (+ cottura fagioli/castagne)

Dosi per: 4 persone

 

Ingredienti 
1 cipolla
200 gr di porcini freschi
100 gr di pancetta tesa
300 gr di fagioli cannellini (secchi)
150 gr di castagne
3 foglie di salvia
4 foglie di alloro
Olio extra vergine d’oliva q.b.
Sale q.b.


Cottura dei fagioli

  1. Per preparare la zuppa di castagne, la prima cosa da fare è lessare i fagioli. Lasciamoli in ammollo per 12 ore prima di cuocerli, cambiando l’acqua se necessario 1-2 volte.
  2. Scoliamoli e sciacquiamoli. Poniamoli in una capiente pentola con 2 foglie di alloro e copriamo con abbondante acqua fredda. Facciamo cuocere per almeno 1-2 ore dal bollore. I fagioli dovranno essere morbidi ma compatti.
  3. Non gettiamo l’acqua di cottura perché ci servirà per la cottura della zuppa.

Cottura delle castagne

  1. Con un coltello, pratichiamo un’incisione sulle castagne.
  2. Mettiamo a bollire in una pentola dell’acqua con 2 foglie di alloro. Raggiunto il bollore immergiamo le castagne e lasciamo cuocere per 15 minuti. Non esageriamo con la cottura o si sfalderanno nella zuppa.
  3. Sbucciamole ancora calde privandole di guscio e pellicina.

Preparazione della zuppa

  1. Mettiamo a scaldare in una pentola, l’acqua di cottura dei fagioli.
  2. In un’altra casseruola aggiungiamo 3-4 cucchiai di olio extra vergine di oliva e facciamo soffriggere la cipolla finemente tritata.
  3. Aggiungiamo la pancetta tagliata a cubetti e lasciamo rosolare. Aggiungiamo poi i porcini (anch’essi tagliati a cubetti) e lasciar cuocere qualche minuto.
  4. A questo punto aggiungiamo i fagioli cannellini lessi e le foglie di salvia. Lasciamo cuocere qualche istante e aggiungiamo qualche mestolo della loro acqua di cottura ben calda.
  5. Aggiungiamo anche le castagne e lasciamo cuocere il tutto per 20-30 minuti. Se necessario aggiungiamo altra acqua di cottura dei fagioli.
  6. Salare a piacere.
  7. Servire la zuppa di castagne ben calda con un filo d’olio extra vergine d’oliva.



Consigli:  La Zuppa di castagne può essere conservata in frigorifero per 2-3 giorni in un contenitore a chiusura ermetica.


Consigli per gli acquisti: Pentola in ghisa smaltata by Le Creuset – Canovaccio by Allorashop UK

 




La Ribollita Toscana a modo mio

Uno dei protagonisti indiscussi dell’inverno è il cavolo nero e, di riflesso, la prima cosa che mi viene in mente è la ribollita, una tipica zuppa toscana, che ho assaggiato per la prima volta nel tour “Caccia al Territorio“. Essendo una zuppa della cucina “povera”, ognuno la fa un po’ a modo suo (c’è chi mette anche l’aglio, chi non usa il sedano, chi usa la salsa di pomodoro e chi i pelati, chi aggiunge salvia e chi rosmarino) e non esiste una ricetta “ufficiale”. Dopotutto una volta non esistevano i supermercati e si usavano gli ingredienti che si trovavano al mercato o nel proprio orto. Fermo restante che gli ingredienti principali rimangono comunque i fagioli cannellini, il cavolo nero e il pane raffermo.

Il cavolo nero è disponibile da fine Ottobre a fine Marzo ma il periodo migliore è sicuramente quello dopo le prime gelate, in cui le foglie spesse e bollose diventano più tenere, migliorano il sapore e assumono la croccantezza ideale per preparare zuppe e minestroni. Per scegliere un buon cavolo le foglie devono essere turgide, di un bel verde intenso, prive di parti secche, ingiallite o marce.

Con questo post voglio contribuire al “Calendario del Cibo” promosso dall’associazione AIFB della quale faccio parte. Il progetto prevede che ogni giorno sia dedicato a un piatto, un ingrediente o anche un personaggio italiano legato in qualche modo al cibo. Tutti questi elementi sono cementati e tenuti insieme della tradizione culinaria italiana che è il punto focale del progetto.



Tempo di preparazione: 15 minuti

Tempo di cottura: 1 ora e 30 minuti (+ tempo di cottura dei fagioli)

Dosi per: 4 persone

 

Ingredienti 
500 gr di fagioli cannellini
1 cipolla
3 carote
3 coste di sedano
1 mazzo di cavolo nero
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
1/2 lattina di pomodori pelati
400 gr di pane raffermo (o pane tostato)
olio EVO q.b.
sale e pepe q.b.
2-3 rametti di rosmarino


Cottura dei fagioli:

  1. Per preparare la ribollita, la prima cosa da fare è lessare i fagioli. Lasciamoli in ammollo per 12 ore prima di cuocerli e cambiamo l’acqua se necessario 1-2 volte.
  2. Scoliamoli e sciacquiamoli. Poniamoli in una capiente pentola e copriamo con abbondante acqua fredda. Facciamo cuocere per almeno 1 ora dal bollore. I fagioli dovranno essere morbidi ma compatti.
  3. Non gettiamo l’acqua di cottura perché ci servirà per la cottura della ribollita.

Preparazione della ribollita:

  1. Frulliamo i 2/3 dei fagioli cotti con 2-4 mestoli dell’acqua di cottura per ottenere una purea cremosa e densa (poniamola in una ciotola e teniamola da parte).
  2. Mettiamo a scaldare l’acqua di cottura dei fagioli aggiungendo in pentola anche gli scarti (lavati) degli odori (bucce delle carote e della cipolla, estremità del sedano).
  3. In una capiente casseruola scaldiamo l’olio evo. Aggiungiamo la cipolla, le carote e il sedano tagliati finemente e facciamo soffriggere a fiamma viva qualche minuto.
  4. Laviamo le foglie di cavolo nero, priviamole dello stelo centrale e tagliamole a strisce spesse 2 cm circa. Adagiamole nella casseruola e mescoliamo. Lasciamo appassire qualche minuto a fiamma moderata. Aggiungiamo anche i rametti di rosmarino legati con uno spago (in modo da poterli eliminare facilmente a cottura ultimata).
  5. Aggiungiamo la purea di fagioli, i pomodori pelati e il concentrato di pomodoro. Mescoliamo con un cucchiaio di legno.
  6. Copriamo le verdure con l’acqua di cottura dei fagioli (ben calda) filtrata e lasciamo cuocere a fiamma bassa per almeno 1 ora. Aggiungiamo sale e pepe a piacere.
  7. Passata la prima mezz’ora aggiungiamo anche i fagioli lessi rimasti integri. Mescoliamo di tanto in tanto.
  8. A cottura ultimata, l’acqua di cottura si sarà ritirata. Spegniamo il fornello e adagiamo delle fette di pane raffermo in una zuppiera (o direttamente nel piatto). Aggiungiamo qualche mestolo di ribollita, un filo d’olio evo a crudo e lasciamo ammorbidire per qualche minuto.
  9. La nostra ribollita è pronta per essere gustata (fredda o tiepida).



Consigli: La ribollita raggiunge il suo massimo apice di bontà il giorno seguente quando viene portata di nuovo a bollore prima di essere servita. Può essere conservata in frigorifero per 3-4 giorni in un contenitore con coperchio a chiusura ermetica.


Consigli per gli acquisti: Pentolino in rame Mauviel.

 




Hummus di fagioli cannellini e rosmarino

L’hummus di fagioli cannellini è una salsa che si prepara in 2 minuti. Ottima spalmata su un crostino o accompagnata da tortillas chips. In questa versione ho deciso di aromatizzarla con del rosmarino fresco.



Tempo di preparazione: 2 minuti

Dosi per: 6 persone

 

Ingredienti 
250 gr di fagioli cannellini
scorza e succo di mezzo limone
mezzo spicchio d’aglio
1 pizzico di sale
1 pizzico di pepe
2 rametti di rosmarino
100ml di olio EVO
Acqua q.b.


  1. Per preparare l’hummus di fagioli cannellini sarà necessario per prima cosa lessare i fagioli. Se usiamo quelli secchi, immergiamoli in acqua fredda e lasciamo ammorbidire per una notte. Lessiamoli il giorno seguente finché non saranno molto morbidi. In mancanza di tempo, utilizziamo dei fagioli precotti in scatola (meglio in vetro) sciacquandoli accuratamente.
  2. Tritiamo finemente il rosmarino, privandolo dei rametti duri. In un frullatore aggiungiamo  tutti gli ingredienti e frulliamo fino ad ottenere una purea liscia ed omogenea. Se necessario aggiungere 1 o 2 cucchiai di acqua.
  3. Versiamo l’hummus di fagioli in una ciotola e aggiungiamo dell’olio extravergine d’oliva.



Consigli:  L’hummus di fagioli cannellini può essere conservato in frigorifero, in un contenitore a chiusura ermetica per 3-4 giorni.


Consigli per gli acquisti:  Ciotola e bicchiere in porcellana della linea “Machine collection” by Diesel with Seletti.